Home Menu Cart Search
Home Menu Cart Search
Intervista al designer del mese: Emilio Nanni

Intervista al designer del mese: Emilio Nanni

Emilio Nanni architetto, designer e artista italiano, ha esposto le sue opere in numerose mostre personali, i suoi oggetti di design sono presenti in diverse collezioni pubbliche e private sia in Italia che all’estero. 

Laureato in Architettura a Firenze. Ha svolto attività didattica in diverse Facoltà di Architettura e Design in Italia  Fonda lo studio Emilio Nanni |ENa+d|arch+design ,occupandosi di design, architettura,riqualificazione urbana, interior design e art direction.
Come architetto ha realizzato in diverse città italiane numerosi interventi a varia scala: dall’ architettura residenziale alla ridefinizione urbana sia in ambito pubblico che privato.
Come designer ha  collaborato con  importanti aziende  italiane tra le quali :Billiani ,Bross,Calligaris,CattelanItalia, Cyrcus,DaA italia, De Castelli,Guzzini,Ifi/Metalmobil, HauteMaterial, Lamm, Mdf italia, OpificioItalia963, Pianca,Saba,Tonelli,Tonon, Valadier Gioielli, Trabà,Zeritalia,Zanotta.  Dal 2016 inizia la collaborazione con Cyrcus.

Scopri la pagina di Emilio Nanni su Cyrcus

Quali sono le parole chiavi del suo lavoro di designer?
gioco, contemporaneità, mutazione

Perché ha progettato Daney per Cyrcus?                      

Il salvadanaio  DANEY è un oggetto che racchiude una sua magia , educa alla parsimonia ,alla tenacia e alla costanza .Da bambino mi era stato regalo un salvadanaio ,mi ricordo l’attenzione con la quale osservavo e soppesavo questo oggetto ripagato dalla gioia/sorpresa finale del risultato ottenuto
daney
DANEY, svuotatasche in porcellana stampata in 3D by Emilio Nanni.


Con Daney ho riproposto la forma archetipa del salvadanaio classico- quello in terracotta - al quale ho aggiunta di un’altra funzione -la vaschetta svuotatasche - tale da divenire un ibrido: oggetto “affettivo” e oggetto funzionale dall’utilizzo quotidiano ; il particolare sistema ad incastro tra salvadanaio e vaschetta permette lo scarico delle monetine senza rompere il il Daney, sono gli elementi peculiari di questo oggetto.

Che cosa significa per un designer sperimentare?
Sperimentare è in requisito fondamentale ed imprescindibile per fare design: se ciò avviene in concerto con l’industria  e la sua fattiva collaborazione , i risultai sono amplificati 

Intervista all'architetto Emilio Nanni @Bologna Design Week



Bridge armchair / contemporary / solid wood / contract FLUX by Emilio Nanni

C’è un oggetto che le piacerebbe ricreare e\o un progetto che con la digital fabrication avrebbe potuto fare diversamente? 

Ho per il momento disegnato il Daney in ceramica e il segnalibro “Segna” in acciaio taglio laser, entrambi esatti nella loro coniugazione finale .
Molti altri oggetti mi piacerebbe realizzare con la stampa 3d: forse nuovi salvadai in altri materiali , vasi scultorei in vetro, marmo, ceramica.

DANEY by Emilio Nanni in stampa 3D per Cyrcus.


Secondo Lei a quali bisogni risponde il design oggi? Quali sono i suoi riferimenti creativi?
Oggi il design è la fedele rappresentazione del momento storico che stiamo vivendo :ogni epoca ha visto come fedeli testimoni di quel periodo, gli oggetti, la moda e l’arte. La produzione seriale e il valore aggiunto dato dal design sono entrati nella struttura endemica della contemporaneità e hanno allargato in maniera esponenziale i codici linguistici d’ appartenenza e in ogni modo tutti riconducibili alla dichiarazione della contemporaneità.

SYRO S di un sofisticato trio di tavolini dalla forma organica disegnato da Emilio Nanni


I miei riferimenti creativi sono stati e sono tanti sia in campo architettonico, del design, dell’arte filosofia e ma credo che Giò Ponti sia la sintesi perfetta : buona parte di quello che è oggi il “ design” come valenza antropologica, è merito suo.

giò ponti

Collezione Giò Ponti di Molteni
  • Alfio Visotto. Fiam srl, Cimadolmo (Tv) says...

    Complimenti!!
    Prima o poi, capiterà di poter produrre qualcosa da Lei disegnato, per qualcuno dei Suoi Clienti.
    Lo spero davvero, grazie!

    On Mar 15, 2017

Leave a comment

Back to News

Search